Un regalo di buon anno da Quasimodo e una richiesta di aiuto!

Che dire anche il mio ragnetto augura a tutti un buon anno 2016. Ma più di tutto scrivo questo post per chiedere a te che leggi un consiglio ed un aiuto.  Ho amato questo progetto e ci ho messo molto prima di fare i disegni,  rileggerlo tante tante volte e alla fine scegliere di pubblicarlo. 
Ho scelto il self publishing nella forma di ebook perché credo ancora che pubblicare un libro non significhi pagarlo. Si deve credere nelle persone e anche le case editrici devono poter scommettere per ottenere qualcosa.
Ecco perché ho fatto da sola ma,  non può bastare. 
Un libro illustrato per bambini non può e non deve essere solo digitale.  Deve essere carta da toccare , odore di inchiostro, pagine da sfogliare…  E allora eccomi qui a chiedere il vostro aiuto.

Nel prossimo post pubblicherò il libro qui gratuitamente perché voi possiate darmi un  parere,  un consiglio,  insomma dirmi se vi piace e se posso pensare di stamparlo finalmente. 

Grazie a tutti e buon anno..  Questo è il mio regalo..  Rispondete se potete al mio appello!

Grazie mille Veronica e Quasimodo!

L’ESPRESSIONE DELLA GIRAFFA.. da un blog in erba di una persona speciale!

Per la rubrica “Anche i Ragni leggono” pubblico qui una storia presa da un blog appena nato ma molto, molto interessante!

quellagiraffadelmare.wordpress.com

Una volta in un tempo sconosciuto o dimenticato, un cucciolo di giraffa viveva nella savana con la sua famiglia. La giraffa era felice, la sua mamma provvedeva al suo nutrimento e nel tempo libero il cucciolo giocava con i suoi amici……

Sorgente: L’ESPRESSIONE DELLA GIRAFFA

Buona Lettura!

Maker Faire 16-17-18 ottobre 2015 Roma Università Sapienza

E’ partito il count down! Maker Faire arriva a Roma!

countdown maker faire

È una fiera che unisce scienza, fantascienza, tecnologia divertimento e business e dà vita a qualcosa di completamente nuovo.

E’ il più importante spettacolo dell’innovazione al mondo – un evento family-friendly ricco di invenzioni, creatività e inventiva, e una celebrazione della cultura e del movimento #makers. È il luogo dove maker e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte.

Noi ci andiamo e voi venite?

Temporary Science Centre Luglio e Agosto … Affrettatevi!

Posto un articolo su un interessante progetto del POST, sostenuto dal MIUR, che porterà la scienza in quattro regioni italiane con un calendario ricco di appuntamenti.

science

Il Temporary Science Centre ospiterà dal lunedì alla domenica uno spazio in cui approfondire la scienza a 360 gradi. Dalla biologia alla geologia, chimica, astronomia, scienze naturali, passando per un Maker Space (uno spazio in cui ideare, costruire e assemblare nuovi oggetti e meccanismi), spettacoli di chimica divertente e caffè scientifici in cui approfondire interessanti tematiche di attualità scientifica.
Nel TSC il pubblico si potrà divertire grazie a dimostrazioni, laboratori (su prenotazione), area con postazioni interattive e video.
Trovate nel sito tutte le informazioni ma affrettatevi perché finisce con il mese di agosto!

Capitolo 6

Basta, si disse il ragnetto fra sé e sé, basta davvero. Stavolta non le ascolterò! Si avvicinò lentamente alle scale dello scantinato che portavano di sopra e gradino dopo gradino, cantina2ragnatela dopo ragnatela arrivò in cima e passando attraverso un buchino della porta si ritrovò in cucina. Com è grande! – disse Quasimodo trattenendo a stento lo stupore e la meraviglia che in quel momento lo assalivano – è molto più grande di quanto pensassi!

…..continua

Capitolo 5

Il piccolo Quasimodo, sdraiato dentro una scatola di fiammiferi usati guardava il soffitto e fantasticava.Quasimodo scatola fiammiferi Quasimodo vieni qui! – gli urlò d’un tratto la zia Teodora – aiutami a filare la mia tela, sono così stanca e vecchia non ce la faccio più da sola! – Quasimodo ubbidiente come sempre saltò giù dalla scatola e corse verso la zia per darle una mano. Mentre la vedova nera srotolava la lunga matassa di filo che usciva attorcigliata dalla sua bocca, lui lo raccoglieva con le sue zampette e ne faceva un gomitolo. Teodora! Teodora! Dove sei? Non ti vediamo! urlavano le altre due zie Arcigna e Malefica. Non si chiamavano pennello. Dove siete?? – urlavano le vedove nere sempre più affannosamente. Siamo qui ziette! ….. continua

Spider cake – prepariamo una torta !

tabella-conversione-2Ho trovato una bella ricetta da fare insieme, naturalmente il tema sono i Ragni!

spider cake

La condivido con voi! è in inglese quindi proverò a tradurla senza errori! Le dosi sono spesso indicate in tazze quindi vi ho messo una tabella di conversione accanto!

TEMPO TOTALE :2 hr 5 min
Preparazione : 1 hr 30 min
Cottura : 35 min

Per 16 fette circa

INGREDIENTI:
Per la base :
2 e  1/4 tazze di farina setacciata
2 cucchiaini di lievito in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/4 cucchiaino di sale
1/2 tazza  (1 panetto) di burro ammorbidito
1 e  1/4 tazza di zucchero semolato
2 uova grandi, temperatura ambiente
3/4 tazza di panna acida
1 e 1/2 cucchiaini di estratto di vaniglia
6 cucchiai di latte
3 cucchiai di cacao in polvere
Nutella e Crema al burro con cioccolato :
1 tazza di albumi d’uovo tazza (circa 8 grandi bianchi d’uovo)
2 tazze di zucchero

1 e 1/2 chili di burro non salato, ammorbidito
pizzico di sale
1/2 tazza di nutella
4 once (1 oncia = c.a. 28 gr.)cioccolato fondente, fuso
Estratto di vaniglia 1 cucchiaino
Ganache al cioccolato per fare il corpo del ragno e la tela
2 once (1  oncia = c.a. 28 gr.) di cioccolato fondente
4 cucchiai di burro, tagliato in 4 pezzi

Gambe del ragno:
2 once (1 = c.a. 28 gr.) cioccolato fondente, fuso


PROCEDIMENTO:
Per fare la torta di marmo:
Preriscaldare il forno a 180°.
Preparate due stampi per dolci con i bordi removibili di 20 cm di diametro.
Setacciate insieme la farina , il lievito, il bicarbonato e il sale.
Unire la crema con il burro e lo zucchero fino a farli diventare soffici, circa 3 minuti. Aggiungere le uova, una alla volta e mescolare dopo ognuna. Aggiungere la panna acida e la vaniglia.

Aggiungere la miscela secca in 3 volte, alternando con il latte. Dividere l’impasto a metà e setacciare il cacao in polvere più di metà. Mescolare delicatamente per unire.

Mettere un po’ di impasto bianco sul fondo dei due stampi per dolci 20 cm di diametro. Aggiungere l’impasto di cioccolato a gocce. Agitare molto accuratamente l’impasto bianco col cioccolato, per ottenere una specie di effetto marmo. Cuocere in forno per circa 25-30 minuti. Una volta cotto raffreddare su una griglia.

Mentre la torta si raffredda, preparare la crema al burro:
Nella ciotola di un mixer unire gli albumi e lo zucchero. Sarà molto spessa e granulosa. Mettete la ciotola a bagnomaria e mescolate con una spatola di gomma fino a quando lo zucchero si sarà sciolto completamente.
Sentite il composto di uova tra le dita per controllare la granulosità. Una volta che è completamente liscia, metterlo nel mixer e sbattere con le fruste ad alta velocità fino ad ottenere un composto leggero, morbido, lucido.

Una volta montati a neve i bianchi d’uovo , aggiungere il burro, 2 cucchiai alla volta a media velocità. Una volta finito di aggiungere il burro, mescolando a media velocità per circa un minuto il composto sarà cremoso e lucido. Aggiungere il sale e la vaniglia. Dividere il burro in due ciotole, 1/3 in una ciotola e 2/3 nell’altra. Aggiungere la nutella alla ciotola con 2/3 della crema al burro. Aggiungere il cioccolato fuso raffreddato all’altro.

Sfornare le torte ormai raffreddate e tagliatele a metà. Stendere circa 3/4 tazza di burro cioccolato sul primo strato. Ripetere con i prossimi due strati di torta e burro. Ricoprire con lo strato finale di torta.

Decorare la torta con 1 tazza di burro alla nutella. Stenderlo con una spatola metallica. Metterne di più sui lati. Una volta che tutta la torta è coperta, rendere lisci i bordi con la spatola, fino a che non è bella piatta.

Per fare la tela del ragno con la ganache:
A bagnomaria sciogliere il cioccolato e il burro insieme, mescolando delicatamente.
Utilizzare una tasca da pasticcere sottile per decorare la base della torta. Usare uno stuzzicadenti o spiedino per tracciare linee dal centro della spirale fino al bordo per creare la tela. Utilizzare la ganache al cioccolato per disegnare una linea lungo il lato della torta e i corpi dei ragni. Ripetere più volte a seconda di quanti ragni volete.

Coprire con il resto della ganache al cioccolato e lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Una volta che la ganache al cioccolato è pronta- questo potrebbe richiedere una o due ore – metterla in una tasca da pasticcere con una punta rotonda. Spremere una grande palla di ganache per creare il corpo del ragno.

Per le zampe dei ragni:
Riempire un sacchetto di carta da pasticceria (circa 1/3 pieno) con il cioccolato fuso e spremere il cioccolato a forma di numero 7 su una carta da forno. Assicuratevi di fare una dimensione che si adatti alle dimensioni del corpo del ragno che volete disegnare. Fatene diversi. Posizionare il foglio nel congelatore per far solidificare il cioccolato.

Rimuovere le zampe di ragno dal congelatore e con una piccola spatola, sollevare le gambe e metterle sul ragno, 4 su ogni lato. Lavorare velocemente in modo che il cioccolato non si scaldi troppo. Potrebbe essere necessario rimettere le gambe nel congelatore se si stano facendo parecchi ragni.

Et voilà!!!!!!!!!!!!Buon Appetito!
Veronica e Quasimodo
 

Io sottolineo e tu?

Io non amavo sottolineare i libri che leggevo da piccola.
Lo facevo solo con i testi di scuola. Le pagine dei miei libri diventavano arcobaleni insensati che risplendevano di frasi principali, subordinate e coordinate.sottolineare

Quanto più la pagina era “sporca” tanto più io l’avevo letta e riletta, ma non bastava! Piegavo le pagine, attaccavo post-it e inserivo mille segnalibri.
Risultato?: pessimo! io non apprendevo così, esprimevo solamente le mie emozioni.

Col tempo ho smesso di sottolineare le frasi ma adesso lo rifaccio con i libri che leggo per diletto e non per studio o per lavoro.

Ma come si fa con l’e-book? non c’è problema!

Adesso possiamo sottolineare anche i testi digitali tramite l’evidenziatore!evidenziare-kobo-aurahd-icone

E voi come fate? Sottolineate o no?
Veronica